Javascript is currently disabled. This site requires Javascript to function correctly. Please enable Javascript in your browser!


 

Ubicato nel “cuore” di quella porzione di paese sviluppatasi nella parte orientale del fiume Lemene, dove alcuni studi archeologici indicano in passato la posizione del Porto Romano, che mediante un canale, veniva collegato al fiume, il residence sorge in posizione strategica, sia perché affacciato su un grande “bacino verde", l’attuale parco giochi circondato da tutta la nuova zona residenziale di cui il residence fa parte, sia per la facilità di svincolarsi agevolmente dai principali flussi di traffico nella direzione di Portogruaro e anche verso il mare ed infine per la sicurezza e la comodità in rapporto ai servizi di cui è dotata l’area, dalle scuole medie ed elementari agli uffici comunali, alla farmacia, pubblici esercizi e negozi  di prima necessità.
Bellissima e molto usata a piedi e in bicicletta la lunga pista ciclabile, che fiancheggia il fiume e collega Concordia a Portogruaro.
   

Il Residence “Al Parco”  sorge solo a qualche minuto di cammino dal centro storico di Concordia Sagittaria, una cittadina dal fascino impareggiabile per il suo passato storico, le cui testimonianze sono tuttora visibili, meta di studio per gli appassionati di archeologia e di visita da parte di moltissimi turisti.
  



Una costruzione moderna, piacevole, rispettosa dei segni caratterizzanti l’edilizia del passato in armonia con le più avanzate soluzioni tecnologiche, che il mercato offre.
Il residence si compone di 36 appartamenti ben divisi ed individuati in tre corpi di fabbrica ciascuno con il proprio vano scala, quindi con un ridotto carico di persone e movimento, mantenendo così una privacy tipica delle case più che dei condomini. L’ immagine che trasmette è quindi quella di palazzine gentili, sobrie e curate.
Le forme, le dimensioni e le tipologie architettoniche, dagli archi ai fori, sono quelle tipiche dell’architettura sviluppatasi in tutto il tessuto urbano, da quello storico del centro a quello agricolo della campagna, che ha ripreso tali modelli pur adattandoli alle specifiche esigenze della funzionalità connessa con il fondo agricolo.
Pertanto i portici con soprastante fienile supportato da alti pilastri in mattoni si trasformano negli aggetti delle terrazze, qui proposte con il soprastante timpano finale, che li delimita assieme alla cornice di gronda. Continuità della tradizione anche nei materiali tipici … come i coppi, le travature del tetto in legno, i mattoni faccia vista o gli oscuri al posto delle classiche tapparelle.
L’originalità e freschezza viene affidata alle tinte delle pareti esterne con colori ed effetti  che portano un’innovata ventata di energia e che pur in qualche modo richiamando quelle antiche, adducono ad uno spirito di rinnovamento.

Asset 1